La prima edizione

 

La prima edizione di “Food a Sud” ha voluto coinvolgere anche i giovani studenti delle scuole per i servizi alberghieri e di ristorazione,  prossimi ad entrare nel mondo del lavoro e dunque a confrontarsi anche con il tema della comunicazione del cibo.  Due step di un percorso di approfondimento in collaborazione con l’Istituto Ipseo Aldo Moro di Santa Cesarea Terme  (scuola capofila) l’Ordine dei Giornalisti di Puglia e il contributo dell’Assessorato Formazione e Lavoro – Politiche per il lavoro, Diritto allo studio, Scuola, Università, Formazione Professionale della Regione Puglia.

Food a Sud  2017 è partito  con un laboratorio giornalistico negli istituti alberghieri pugliesi ’”Aldo Moro” di Santa Cesarea Terme (LE), “Elsa Morante” di Crispiano (TA)  e il “Gaetano Salvemini” di Fasano (BR) con il supporto di tre giornalisti pugliesi del settore: Sonia Gioia, Michele Bungaro e Michele Peragine.

A conclusione, le “Conversazioni sulla comunicazione enogastronomica”,  alle Officine Cantelmo di Lecce il 12 e il 13 maggio 2017: evento formativo, con crediti per la formazione obbligatoria dei giornalisti, aperto agli studenti e agli addetti ai lavori nei settori dell’enogastronomia, turismo, accoglienza.food a sud prima edizione